Supera La Paura Dell’Autostop! 👍

Supera La Paura Dell’Autostop! 👍

L’autostop era una di quelle cose che mi hanno sempre attratta, ma allo stesso tempo avevo molta paura. Il volto di mia madre quando l’argomento è venuto fuori mentre parlavamo di viaggi, non è stato d’aiuto. A casa non ho mai avuto la necessità di entrare nel veicolo di uno sconosciuto, “ci sono autobus, treni e ogni tipo di trasporto pubblico per raggiungere i siti”. Ho condiviso molti di quei pensieri, ma ora vedo che non era altro che paura.

Fu durante un viaggio in Marocco, facendo il percorso da Marrakech al Sahara, dove il trasporto pubblico in molti casi era un’utopia. Stavo viaggiando con un gruppo di amici e si poteva praticamente dire che non avevamo altra scelta che lasciare la nostra comfort zone e fare l’autostop. Il risultato? Una delle migliori esperienze della nostra vita che di lì in poi avrei integrato a tutti i miei viaggi.

Data la mancanza di alternative, l’autostop era l’unica opzione, ed è stata una situazione favorevole per rompere il ghiaccio e provarlo. Utilizzando l’autostop in diversi paesi, mi sono resa conto di cosa significhi davvero. Ti dà molta più flessibilità rispetto al trasporto pubblico e scoprire le città intermedie che altrimenti (con un biglietto in mano che ti porta dal punto A al punto B) non avrei mai potuto visitare, e ti permette di conoscere meglio la cultura e le persone dal posto in cui ti trovi.

Se anche tu vuoi provare l’autostop, tieni presente questi consigli per viaggiare in sicurezza:

1. Informati sulle leggi e gli usi del paese riguardo l’autostop

In Spagna, ad esempio, è vietato fare l’autostop sulle autostrade e le tangenziali. In altri paesi, come la Thailandia o l’Islanda, è prassi comune a causa della scarsità di trasporti pubblici in alcune aree.

2. Pianifica il tuo itinerario

È importante identificare i punti intermedi tra origine e destinazione per sapere se sei interessato ad essere portato lì in caso il tuo “autista” non vada verso la tua destinazione.

autostop - fare l’autostop

📷 @miquel_such

3. App di geolocalizzazione

Un buon trucco è scaricare un’app di geolocalizzazione che funzioni anche offline per avere sempre una mappa dell’area geografica. La mia preferita è maps.me.

4. Pazienza

L’autostop richiede MOLTA pazienza. Se hai intenzione di prendere un aereo o avere un appuntamento importante in un momento specifico, è meglio prendere un mezzo di trasporto ufficiale o, se necessario, un taxi per essere sicuro di arrivare in orario.

5. Prudenza

Se puoi scegliere, è meglio fare l’autostop durante il giorno. Fai attenzione anche quando ti trovi sul bordo della strada. Non avvicinarti troppo al traffico per evitare il rischio di essere investiti.

6. Scegli un buon posto

Dove fare l’autostop? Deve essere un luogo in cui le macchine possono fermarsi in sicurezza e dove possano vederti da lontano (se giriamo un angolo è molto complicato per i conducenti avere il tempo di reagire).

È anche importante che sia all’uscita di una città per avere più possibilità di incontrare qualcuno che vada verso la tua destinazione. Fermate degli autobus, stazioni dei treni o distributori di benzina sono di solito ottimi posti.

7. Anche il tuo corpo comunica

Un sorriso, stabilire un contatto visivo con i conducenti e avere un aspetto ordinato spesso aiuta a fermare le macchine. L’atteggiamento conta!

8. Il cartello

Non è essenziale, infatti, l’ho usato poche volte, ma può rendere le cose più facili. Se decidiamo di farne uno, proviamo con lettere scure su uno sfondo chiaro (deve essere visto da lontano!) E mettendo un punto intermedio che ci si adatta bene prima della destinazione finale.

autostop - con cartello

📷 @miquel_such

9. Fidati del tuo intuito

Se chi si è fermato non ti fa una bella impressione o sembrano troppo interessati a prenderti su, non salire in auto. Rifiuta l’offerta con gentilezza e continuare a provare.

10. Assicurarti di concordare il percorso

Una volta in macchina, tieni d’occhio le indicazioni sui cartelli stradali che compaiono lungo la strada. È inoltre possibile utilizzare l’applicazione di geolocalizzazione per assicurarsi che si stia andando nella direzione concordata. Se vedi che il veicolo fa delle deviazioni, chiedi al conducente di fermarsi, esci e cerca qualcun altro che vada nella direzione che vuoi tu.

11. Essere un buon passeggero

Mettiti anche nei panni del conducente. Anche lui o lei si sta fidando di uno sconosciuto, ti stanno facendo salire nella loro auto e ti stanno aiutando ad arrivare alla tua destinazione. Sii gentile, non invasivo, ringrazia e comportati sempre con il massimo rispetto.

12. Anche le ragazze fanno l’autostop!

Stai viaggiando da sola e vuoi fare l’autostop? Fallo, ma con estrema cautela quando scegli di salire su un’auto e se non ti senti sicura della persona che si è fermata, rifiuta gentilmente e riprova. Una volta salita in auto, invia un messaggio a qualcuno con discrezione e indica il punto da cui stai partendo, dove stai andando, la targa e il modello della macchina.

autostop - col pollice

📷 @miquel_such

Durante il viaggio, un buon trucco è quello di ricordare al conducente che c’è qualcuno ad aspettarti a destinazione. Inoltre, un’altra buona idea è quella di chiedere all’autista circa la sua famiglia durante la conversazione, e anche (in base all’età) cerca di identificarti con la (eventuale) figlia. Se avvertite insinuazioni o alcun segno di pericolo, preparatevi una scusa per scendere al più presto possibile.

L’autostop può sembrare pericoloso a causa dell’incertezza, ma una volta provato, ti rendi conto che non è così pericoloso come sembra. La stragrande maggioranza delle persone ha buone intenzioni e ti fornirà un’esperienza piacevole, divertiti!

👏 Grazie @patchinpixels e @fuigosteicontei per la foto in copertina!

Vuoi di più?

👉 Coast To Coast: Scopri Dove Un Treno Può Portarti 

👉 Le 19 Destinazioni Per I Backpacker Del 2019

👉 Donne In Solitaria: Mollare Tutto E Partire!

📚 L’autrice 📚

Mariona Sanz

Mariona Sanz (Barcellona,1989). Giornalista e scrittrice mediterranea. Amante dello slow travel, scrive per crescita personale, educazione emotiva e femminismo. Sulla sua scrivania ci sono due progetti: il documentario Voices of Skjálfandi e MarionaSanz.com. Instagram @sanzmerions

 

Share The World!
INSTAGRAM
EMAIL
Facebook
Facebook
GOOGLE
GOOGLE
/blog/autostop-consigli/?lang=it
Youtube

Informazioni sull'autore

Giulia Salerno (Hostelworld)

I'm Giulia, Italian, and I'm an insatiable traveller obsessed with sunsets, photography, and marketing. Social Media & Content Executive and #HostelworldInsider at Hostelworld. 🌍 Favourite place on earth: Nubian Village - Aswan, Egypt 🏠 Favourite hostel: Bet El Kerem Hostel - Aswan, Egypt Follow my adventures on Instagram @giuliciu ✨

Lasciati Ispirare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi necessari sono segnalati con * I campi obbligatori sono contrassegnati *

Applicazioni di Hostelworld per cellulare

Prenota dove vuoi e quando vuoi con le nuove app per dispositivi mobili di Hostelworld.

Download on App Store Download on Play Store

Cerca e prenota più di 33,000 strutture in più di 170 paesi, da qualsiasi luogo.