20 in viaggio – Come è cambiato il backpacking negli ultimi 20 anni

20 in viaggio – Come è cambiato il backpacking negli ultimi 20 anni

Tutti questi discorsi sul nostro ventesimo compleanno ci hanno fatto sentire un po’ nostalgici. Stiamo ripensando ai tempi più semplici, quando i Backstreet Boys dominavano le classifiche, quando sfoggiavamo girocolli e outfit total denim, e la nostra prima ondata di intrepidi viaggiatori cominciava a prenotare letti in ostello, inconsapevoli che le avventure che di lì a poco avrebbero vissuto, hanno poi cambiato la loro vita e la nostra!

Guardandoci indietro, è chiaro che il backpacking si è trasformato negli ultimi due decenni. Sono finiti i tempi delle mappe cartacee e degli internet café, sono cambiate le tipologie di destinazioni che scegliamo di esplorare, i kit nei nostri zaini sono diversi, e incontrare il mondo nel 2019 è un gioco completamente diverso. Se ti stai chiedendo come è cambiato il backpacking da quando siamo entrati in scena, ovvero nel 1999,  preparati per fare un salto nel passato!

come è cambiato il backpacking negli ultimi 20 anni - mappa

📷 @leio

Oh, e un’altra cosa… non siamo tipi da regalo, ma se proprio proprio vuoi, saremmo felici di vedere la tua bella faccina alla Festa In Ostello Più Grande Di Sempre. Ci troverai in 20 ostelli diversi in giro per il mondo ad agosto, dove puoi aspettarti feste a tema, sfide folli e bevande gratuite – cosa stai aspettando?

Dove viaggiavamo nel 1999?

All’inizio, le città storiche, i pittoreschi scenari verdi e la vita notturna d’occasione in Europa erano in cima alle liste dei nostri backpacker. Questo non è cambiato – l’Europa è ancora la regione più visitata – ma città come Dubrovnik e Budapest non sono più così off the beaten track o alternative e la birra non è più economica dell’acqua a Praga.

come è cambiato il backpacking negli ultimi 20 anni - ponte Carlo a Praga

📷@anthonydelanoix

Il panorama dei Balcani, l’attuale angolo più cool d’Europa, sembra totalmente diverso da quello che era 20 anni fa. Le ex nazioni jugoslave di Serbia, Montenegro e Kosovo formavano ancora un paese, poiché quest’ultimo non ha ottenuto l’indipendenza fino al 2006 e al 2008. A causa della guerra dei Balcani che ha devastato la regione durante gli anni ’90, questa zona è stata visitata raramente dalla nostra prima ondata di hostellers. Oggi, tuttavia, i Balcani sono sicuri e fiorenti: sono un sogno per i backpacker che sono desiderosi di scoprire la campagna fiabesca della Slovenia, le bellissime spiagge della Croazia, le feste selvagge della Serbia e della Bulgaria e le leggende sui vampiri della Romania.

In Asia, il Myanmar ha aperto le sue porte al mondo nel 2011 e i backpackers hanno iniziato lentamente a scoprire i suoi meravigliosi templi e panorami pieni di mongolfiere. Le modifiche sulla regolamentazione del turismo in Sri Lanka a metà degli anni 2000 hanno permesso alla piccola isola a forma di lacrima di diventare una delle migliori destinazioni per backpacker sulla terra. Non possiamo credere di esserci persi per così tanto tempo quelle epiche spiagge per il surf, i curry saporiti e le incredibili esperienze naturalistiche!

come è cambiato il backpacking negli ultimi 20 anni - spiaggia

📷 @danielklein

E questi non erano gli unici hotspot vietati alla maggior parte dei viaggiatori nel 1999. Se 20 anni fa avessi detto ai tuoi che saresti partito per l’Iran, gli avresti probabilmente causato un colpo al cuore. Probabilmente tua nonna si preoccuperebbe tutt’oggi, ma in realtà l’Iran è uno dei paesi più eccitanti e invitanti per tutti i backpackers del 2019. A meno che non ti piacciano le moschee colorate, i vivaci bazar, le sale da tè tradizionali e i locali accoglienti! E se allora avresti fatto fatica a trovare un posto dove stare, ora abbiamo oltre 80 ostelli in Iran per creare la tua perfetta avventura persiana!

come è cambiato il backpacking negli ultimi 20 anni - palazzo in Iran

📷 @morteza_fsh

Allo stesso modo, nel 1999 la Colombia aveva una reputazione negativa, di essere un paese pericoloso. La Colombia ha lavorato duramente per liberarsi da questa reputazione e raggiungere la cima alla lista delle destinazioni più gettonate. Oggi a Medellin si respirano good vibes, a Guatapé potrete ammirare tutte le bizzarre case colorate di e senza dimenticare che le spiagge incontaminate della costa caraibica stanno conquistando le nostre bacheche Pinterest e Insta. In effetti, la Colombia ora ha così tanti ostelli che è superata solo da Thailandia e Vietnam – qualcosa che non avremmo mai previsto nel 1999! Dai un’occhiata a Viajero Tayrona Hostel & Ecohabs. Ha una spiaggia privata, una piscina all’aperto, un bar sulla spiaggia e lussuosi eco habs, e ospiterà una delle 20 feste per il nostro 20esimo anniversario. Non perdetevi la festa in questo ostello pazzesco il 4 agosto!

come è cambiato il backpacking negli ultimi 20 anni - pallavolo nella piscina

📷 Viajero Tayrona Hostel & Ecohabs

Come viaggiavamo nel 1999?

Nel 1999 era difficile, se non impossibile, immaginare che un giorno avremmo avuto un’app per letteralmente tutto. Nel 1999 dovevamo pensare a soluzioni invece di lasciare che i nostri telefoni gestissero tutto. Per fortuna quei giorni bui sono molto indietro, ma la nostra prima generazione di backpackers si è davvero avventurata da sola!

come è cambiato il backpacking negli ultimi 20 anni - donna nella strada

📷 @airguitarbandit

Per cominciare, non esisteva Google Maps per navigare dall’altra parte del mondo, quindi i backpackers del ’99 hanno dovuto fare affidamento sulle mappe cartacee: ripiegare goffamente uno di questi in strada è il modo più veloce per etichettarsi come un turista! E questo non era l’unico extra che dovevano stipare nei loro zaini. Le guide pesanti occupavano una grande porzione di spazio, ma quando non c’erano i travel blogger a mostrarci quali posti fossero da non perdere, le spesse guide turistiche erano i migliori compagni di viaggio. Non esistevano app di traduzione simultanea e si foveva fare tutto alla vecchia maniera e lo stress più grande era provare a contattare casa in un mondo pre-Whatsapp: la messaggistica istantanea era un sogno futuristico, quindi un’e-mail di 5 pagine inviata da una lenta connessione ADSL da un internet café o una costosa telefonata dai telefoni pubblici sono stati gli unici modi per aggiornare la famiglia durante le varie avventure.

Non c’era alcuna possibilità di provocare invidia con i tuoi scatti di viaggio. La parola “selfie” non era ancora stata inventata e si aveva solo una possibilità per ottenere lo scatto perfetto. I rullini fotografici erano costosi e non si aveva modo di vedere le foto fino a quando non si arrivava a casa per farle sviluppare, dovevi solo sperare per il meglio! Ma senza Insta o Facebook per mostrare le nostre gallerie di foto di viaggi, questo non era nemmeno nei nostri pensieri. Per non parlare del fatto che senza i social media era praticamente impossibile rimanere in contatto con tutti i tuoi nuovi amici di viaggio. E gli influencer?! Pfft, la cosa più influente all’epoca erano le storie di terza mano di amici di amici che conoscevano i bar sotterranei più cool di Berlino.

come è cambiato il backpacking negli ultimi 20 anni - mappa del mondo

📷 @chrislawton

Senza le carte bancomat, dovevi praticamente essere un ragioniere per elaborare tutte le diverse valute che ti servivano per un viaggio con lo zaino in spalla. Interagire in un’Europa pre-euro nei giorni precedenti a carte come Revolut era un incubo matematico! Abbinato al fatto che non eravamo ancora in giro per aiutarti a trovare ostelli incredibili, esperienze autentiche e offerte straordinarie… viaggiatori degli anni ’90, chapeaux!

Dove alloggiavamo nel 1999?

Oggi, la nostra famiglia globale in continua espansione è composta da 16.500 ostelli in 179 paesi (la nostra lista di cartoline di Natale è fuori controllo), ma quando abbiamo iniziato, la nostra lista di ostelli era in doppia cifra, e non era altro che Avalon House nella nostra città natale di Dublino che si è unito a noi per primo – grazie per la fiducia, ragazzi! Oggigiorno sono ancora con noi e offrono alloggi convenienti nel cuore della città, oltre a una colazione a buffet gratuita, una vivace sala giochi e una sala cinema in loco con un enorme schermo da 65 “!

In effetti, molti dei nostri ostelli preferiti sono stati con noi sin dai primi giorni. Le feste folli e i barbecue sul tetto del Kabul Party Hostel Barcelona stanno ancora andando forte dopo due decenni, e The Yellow non ha mai smesso di fornire a un esercito di backpackers le bevande più economiche di Roma. Mandiamo tanto amore ad Amsterdam per il Flying Pig Downtown, che con la sua imbattibile posizione nel centro città, le vivaci serate di DJ e fantastici omaggi come i tour a piedi, rende speciale ogni viaggio zaino in spalla. Londra è una città di cui i viaggiatori non si stancheranno mai, e lo stesso si può dire per le epiche vedute sullo skyline del St Christopher’s Village, i comodi letti  e gli hamburger leggendari. Senza dimenticare le good vibes dell’Hostel Ruthensteiner a Vienna che accolgono viaggiatori da vent’anni – perché a chi non piacerebbe intrattenersi nella loro sala da musica sorseggiando una birra fatta in casa, nel loro microbirrificio?

come è cambiato il backpacking negli ultimi 20 anni - kabul party hostel, barcellona, lounge

📷 Kabul Party Hostel, Barcelona

Non è un segreto che gli ostelli siano sempre stati l’amore della nostra vita, ma dobbiamo ammettere che gli ostelli del 1999 non avevano nulla a che vedere con ciò che abbiamo oggi. Mentre la nostra tribù degli anni ’90 era felice con un tetto economico sopra le loro teste, i viaggiatori del 2019 hanno tantissimi ostelli pazzeschi in giro per il mondo tra cui poter scegliere. Infinity pools, terrazze soleggiate e opere d’arte colorate sono alla base, questo non è difficile da trovare negli ostelli di oggi! I viaggiatori del 2019 possono vivere il sogno californiano in un paradiso hippy sulla spiaggia appena uscito dagli anni ’60 alloggiando al USA Hostels Ocean Beach, oppure possono scegliere un tradizionale riad marocchino con una bella piscina o guardare lo skyline di Montreal da una vasca idromassaggio sul rooftop del M Montreal. Seriamente, c’è mai stato un momento migliore per partire?!

come è cambiato il backpacking negli ultimi 20 anni - riad

📷 @dontmesswithreceptionist

Sei anche tu un backpacker old school? O un principiante che non andrebbe da nessuna parte senza la tua legione di app di viaggio affidabili? Facci sapere delle tue avventure nei commenti qui sotto!

P.S, se ami gli ostelli, gli abiti eleganti e le sorprese, non dimenticare di unirti a noi alla Festa In Ostello Più Grande Di Sempre. Scopri dove saremo di seguito o unisciti al divertimento sulla nostra pagina Instagram per tutto il mese di agosto. Noi siamo pronti per altri 20 anni di #MeetTheWorld, e tu?

⬇️⬇️⬇️⬇️

1 agosto – 1999 – Party like it’s 1999 – Christopher’s Berlin Mitte – Berlino, Germania 🇩🇪

2 agosto – 2000 – Millennium Party – USA Hostels Ocean Beach – San Diego, USA 🇺🇸

3 agosto – 2001 – Double Denim Party – Selina Cancun Downtown – Cancun, Messico 🇲🇽

4 agosto  – 2002 – Sk8ter Party – Viajero Tayrona Hostel & Ecohabs – Parco Nazionale di Tayrona, Colombia 🇨🇴

5 agosto – 2003 – Under the Sea Party – Lub D Phuket – Phuket, Thailandia 🇹🇭

6 agosto – 2004 – Funky Gym Party – Unite Barcelona – Barcellona, Spagna 🇪🇸

7 agosto – 2005 – Jungle Party – M Montreal Hostel – Montreal, Canada 🇨🇦

8 agosto  –2006 – Farewell Pluto Party – White Rabbit Hostel Siem Reap – Siem Reap, Cambogia 🇰🇭

9 agosto – 2007 – Pirate Party – Wake Up! Sydney – Sydney, Australia 🇦🇺

10 agosto – 2008 – Lost Temple Party – JO&JOE Paris – Gentilly – Parigi, Francia 🇫🇷

11 agosto – 2009 – Vampire Party – Abraham Hostel Tel Aviv – Tel Aviv, Israele 🇮🇱

12 agosto – 2010 – Greek Myths Party – Puri Garden Hotel & Hostel – Ubud, Indonesia 🇮🇩

13 agosto – 2011 – Witches and Wizards Party – Wild Rover Hostel Cusco – Cusco, Perù 🇵🇪

14 agosto – 2012 – Superhero Party – Rodamon Riad Marrakech Hostel – Marrakech, Marocco 🇲🇦

15 agosto – 2013 – Festival Party – JUNGLE by thehostelcrowd – Goa, India 🇮🇳

16 agosto – 2014 – Emoji Party – Wombat’s City Hostel Venice Mestre – Venezia, Italia 🇮🇹

17 agosto – 2015 – #MeetTheWorld Party – Emblem Hostel Nishiarai– Tokyo, Giappone 🇯🇵

18 agosto – 2017 – Unicorn Party – O De Casa Hostel Bar – São Paulo, Brasile – 🇧🇷

19 agosto – 2018 – Superstar Party – The Independente Hostel & Suites – Lisbona, Portogallo🇵🇹

20 agosto  – 2019 – Birthday Party – Palmers Lodge Swiss Cottage – Londra, UK 🇬🇧

Share The World!
INSTAGRAM
EMAIL
Facebook
Facebook
GOOGLE
GOOGLE
/blog/come-e-cambiato-il-backpacking-negli-ultimi-20-anni/?lang=it
Youtube

Informazioni sull'autore

Giulia Salerno (Hostelworld)

I'm Giulia, Italian, and I'm an insatiable traveller obsessed with sunsets, photography, and marketing. Social Media & Content Executive and #HostelworldInsider at Hostelworld. 🌍 Favourite place on earth: Nubian Village - Aswan, Egypt 🏠 Favourite hostel: Bet El Kerem Hostel - Aswan, Egypt Follow my adventures on Instagram @giuliciu ✨

Lasciati Ispirare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi necessari sono segnalati con * I campi obbligatori sono contrassegnati *

Applicazioni di Hostelworld per cellulare

Prenota dove vuoi e quando vuoi con le nuove app per dispositivi mobili di Hostelworld.

Download on App Store Download on Play Store

Cerca e prenota più di 33,000 strutture in più di 170 paesi, da qualsiasi luogo.