Un Italiano ad Amsterdam con un Budget ridotto

Un Italiano ad Amsterdam con un Budget ridotto

E’ veramente possibile passare un weekend “alternativo” ad Amsterdam? La capitale olandese, una delle mete preferite dai giovani di tutta Europa, è famosa soprattutto per i coffee shop e per il suo quartiere a luci rosse (lo sapevate che ne esiste anche uno blu?)… e per i fantastici ostelli!

italiano

In realtà, andando a visitare Amsterdam grazie ad Hostelworld, ho scoperto che è molto di più! Devo ammetterlo: Amsterdam l’avevo già visitata ma brevemente e facendo le “classiche cose da turista” (mea culpa!).

amsterdam

Appena ricevuto l’email di Hostelworld con questo splendido regalo ho iniziato a fare le mie ricerche perché volevo conoscere la città sotto una luce diversa: non limitarmi all’espetto turistico per eccellenza della città, ma scoprire quegli aspetti che solo chi ci vive impara a conosce.

Ecco quindi che ho acceso il computer, ho cercato su Google e niente, solite cose. Ho chiesto ad amici, e anche qui solite cose.

Ho quindi scritto su Twitter ad alcuni dei più bravi Travel Blogger italiani per consigli e informazioni (grazie a tutti!), e mi si è accesa una lampadina: perché non pianificare alcune cose e per il resto chiedere sul posto a chi ci vive? Quale modo migliore?

Ecco quindi com’è andato il weekend nella “Venezia del Nord”..

roberto

1.Dormire

dormire

L’ostello Stayok è sicuramente uno dei migliori in cui sono mai stato: davanti a Vondelpark ed a due passi dai principali musei e dalla zona commerciale, vi immerge nel cuore della capitale olandese. Al nostro arrivo, il personale (gentilissimo) ci ha subito accolto per la registrazione e consegnato le carte elettroniche per accedere alla stanza, con bagno e doccia privati. La camera, con una fantastica vista sul parco, aveva tutto ciò di cui avevamo bisogno: dalle prese ad ogni letto, agli armadietti con lucchetto e tutto l’essenziale per rinfrescarci! Se state pianificando un viaggio ad Amsterdam, l’ostello Stayok Vondelpark è sicuramente da prendere in considerazione per la sua centralità (tuttavia immerso nel silenzio del parco la sera..), la qualità della struttura, la disponibilità del personale e la colazione a buffet gratuita!

colazione

2.Mangiare

Come tutti gli italiani che vanno all’estero, devo ammetterlo, ho avuto le mie difficoltà. Ma quando viaggio ho una regola: adattarsi il più possibile alla cucina locale!

Dicendo che la colazione dell’ostello bastava ed avanzava come pasto unico.. ho due suggerimenti da darvi.

Il primo è di provare il cono di patatine tipico di Amsterdam (Costo 4€).

patatine

Ci sono vari posti dove potrete prendervi un bel cono di patatine come si deve, ma noi vi suggeriamo quello all’inizio della Damrak (venendo dalla stazione centrale) con le insegne blu.

Il secondo è quello di trovare un ristorante di cucina olandese per provare dei gusti unici! Infatti, la cucina olandese nasce grazie alla fusione dei sapori provenienti da tutto il mondo. Noi siamo andati a questo ristorante a due passi dal centro e non ci siamo trovati affatto male!

3.Bere

Al ristorante ne abbiamo approfittato per chiedere ad una cameriera dove andare (ah! Ad Amsterdam parlano tutti un inglese quasi perfetto e sono gentilissimi, quindi non avrete problemi a chiedere in giro..) e Susanne ci ha puntato nella direzione del quartiere 9 stratjes (ovvero 9 strade..): a due passi dal centro è dove vanno gli Olandesi e.. possiamo confermarlo: l’Olanda non ha nulla da invidiare al Belgio o qualsiasi altro paese nel mondo quando si parla di birra! Il quartiere, immerso tra canali, biciclette e pub, ha quell’atmosfera tipica della vera Amsterdam, un mix tra tranquillità e divertimento. Perfetto sia che viaggiate in coppia che in gruppo di amici. Provare per credere!

Suggerimenti sul tipo di birra da ordinare non ne abbiamo (tutte quelle che abbiamo provato erano buonissime!): come sapete dipende dai gusti!

4.Divertirsi

Il primo suggerimento che vi vogliamo dare è… il Van Gogh Museum!

Perché accontentarsi di vedere i capolavori di uno dei pittori più famosi di sempre quando lo si può fare nel mezzo di un party?!

Infatti, il Van Gogh Museum organizza un vero e proprio party al suo interno il primo Venerdì sera di ogni mese (fino alle ore 10) con musica dal vivo, artisti di strada, workshops e cocktail! Altrimenti, se non siete fortunati da capitare il primo Venerdì del mese, tutti gli altri Venerdì potrete comunque godervi una magica atmosfera con musica, cocktails e approfondimenti!

Altro suggerimento che abbiamo da darvi è quello di andare al Paradiso. Calma calma.. è solo il nome di una discoteca. Dentro un’ex Chiesa. Il locale organizza diverse serate a tema e con diversi tipi di musica. Se il locale è pieno (vi consigliamo di prenotare il biglietto online), a due passi trovare il Melkweg. Siete abbastanza coraggiosi da andare ad entrambi?

5.Scoprire la vera Amsterdam

Ogni città ha due lati. Quello storico, artistico e culturale che spesso coincide con quello strettamente turistico e, dall’altro lato, quello che solo chi ci vive impara a conoscere ed apprezzare.

vera amsterdam

 

amici

Iniziamo dal primo, il modo migliore per conoscere questo lato di Amsterdam è fare un “walking tour”. Ma devo dirlo sin da subito: non sono proprio un fan dei giri turistici guidati (preferisco “perdermi” tra i vicoli della città da solo..), ma quando è gratuito.. inoltre la guida è stata gentilissima e ci ha consigliato tantissime cose da vedere e posti dove mangiare!

Prenotabile online (qui), il tour vi porta attraverso le principali attrazioni della città come il quartiere a luci rosse, la casa di Anna Frank ed il quartiere ebraico. Per quanto riguarda la vera natura di Amsterdam, oltre ai già citati quartiere 9 stratjes e locali, vi consigliamo per prima cosa il Voldelpark per la sua magica atmosfera se vi volete rilassare un poco ed estraniarvi dalla parte turistica della città. Inoltre la sera è possibile trovarvici tantissimi ragazzi del posto!

tour

Altro suggerimento che ci sentiamo di darvi è quello di esplorare l’area a sudest della città (a due passi dal parco centrale della città). Ricco di stradine verdi, bici, fiori e canali, vi innamorerete della vera Amsterdam. Se avete del tempo vi consigliamo di sedervi in uno dei tanti cafè dell’area con i tavoli all’aperto: sorseggiare un tè tra i canali di Amsterdam e osservare le bici che sfrecciano davanti a voi non ha prezzo!

meettheworld

pub

Cosa consigliereste di Amsterdam?

Share The World!
INSTAGRAM
EMAIL
Facebook
Facebook
GOOGLE
GOOGLE
/blog/un-italiano-ad-amsterdam-con-un-budget-ridotto/?lang=it
Youtube

Informazioni sull'autore

Lasciati Ispirare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi necessari sono segnalati con * I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − 17 =

Applicazioni di Hostelworld per cellulare

Prenota dove vuoi e quando vuoi con le nuove app per dispositivi mobili di Hostelworld.

Download on App Store Download on Play Store

Cerca e prenota più di 33,000 strutture in più di 170 paesi, da qualsiasi luogo.