#MeNeVado, Storie Incredibili Di Chi Viaggia In Solitaria

#MeNeVado, Storie Incredibili Di Chi Viaggia In Solitaria

Viaggiare in solitaria non è facile, ma è sicuramente una delle esperienze più elettrizzanti e arricchenti che una persona possa fare nella vita e questo articolo è per coloro che sono indecisi o impauriti all’idea di viaggiare da soli. Viaggiare in solitaria sarà la decisione più bella che prenderete, e se continuate a leggere le storie e le esperienze di altre persone che, come voi, un giorno si sono dette che volevano di più dalla vita e che quindi hanno preso armi e bagagli e se ne sono andate. Viaggi corti o lunghi, poco importa! Ecco le esperienze di viaggi in solitaria che abbiamo raccolto dalla nostra pagina Facebook  attraverso l’hashtag #MeNeVado.

La Grandissima Vittoria Di Veronica

viaggiare in solitaria

📸 Veronica

“Barcellona lo scorso anno ❤️ soffro di attacchi di panico e per me è stata una grandissima vittoria! mi ha regalato il viaggio una mia amica che vive in America, casualmente e per fortuna i giorni coincidevano con le mie ferie lavorative ma ho deciso di partire solo il giorno prima del volo: ero al mare, sono tornata a casa, ho sfatto la valigia, ce ne ho buttati dentro dei nuovi e via, all’aeroporto 💪🏽 🤗 è stata una delle esperienze più belle della mia vita! Ho conosciuto persone fantastiche da tutto il mondo, ognuna con una sua storia affascinante, per farmi capire ho costruito frasi mixando inglese, spagnolo e francese, sono andata al mare in bicicletta.. potrei raccontare per ore!”

I Superpoteri Di Angelica

viaggiare in solitaria

📸 Angelica

“La mia prima avventura da sola mi ha portata in Sud America. Avevo 19 anni e sono rimasta lì 8 mesi, principalmente a Buenos Aires. Oltre ad aver potuto ammirare paesaggi mozzafiato, ho anche scoperto di saper affrontare i problemi da sola, e non c’è niente di meglio che imparare a bastarsi! Quell’esperienza mi ha inoltre regalato la certezza che le amicizie vere resistono a tutto, anche alla distanza.” – Angelica

Erika Riscopre Sè Stessa

viaggiare in solitaria

📸 Erika

“Il mio primo viaggio da sola, due settimane fa’…a Malta, in ostello in camera condivisa con delle ragazze da ogni dove che a fine vacanza sono diventate anche delle confidenti. Un’esperienza bellissima, che mi ha permesso di conoscere meglio anche la vera me, perché nei momenti in solitudine ho saputo ascoltare che cosa dovevo dirmi da tempo, e aprire gli occhi sotto tanti punti di vista. Da rifare di sicuro!”

Matteo Raccoglie I Pezzi In Islanda

viaggiare in solitaria

📸 Matteo

“ISLANDA. Marzo 2017 una terra bellissima, paesaggi mozzafiato! 2053 km in 8 giorni, emozioni e sensazioni uniche. Venivo da un periodo non facile, vivere questa esperienza in completa solitudine è stata un’emozione unica, sono tornato a casa con la consapevolezza che se si vuole, si può fare tutto, anche quando gli altri ti dicono che non ce la farai. E poi ragazzi… l’aurora boreale l’ultima notte, quasi come a chiudere questo viaggio con il più bello degli spettacoli!” 

Angelo E Le Sue Disavventure

viaggi in solitaria

📸 Angelo

“La mia prima esperienza in solitaria è stata nel Nord Europa, un tour che ha toccato tre stati: Danimarca, Svezia, Olanda. Mi trovavo in una sperduta isoletta nell’arcipelago di Stoccolma quando la mia carta per motivi sconosciuti ha smesso di funzionare, avevo pochissime monete in tasca e ho dovuto sopravvivere tutta la giornata senza praticamente mangiare nulla dal mattino alla sera, avevo solo il biglietto della nave e ho quindi deciso di tornare in Stoccolma città e di investire quelle poche monete comprando un panino freddo e una birra al supermarket e cosi’ mi sono rifugiato in un bellissimo parco con una vista mozzafiato e ho fatto una cenetta intima con me stesso…fortunatamente il giorno successivo la carta ha ripreso a funzionare, ma quell’esperienza mi ha insegnato a sopravvivere e non farmi prendere dal panico qualunque cosa succeda anche se mi trovavo da solo e lontanissimo da casa senza praticamente piu’ soldi, il viaggio solitario ti insegna una cosa: farcela sempre e comunque solo con le tue forze!”

Matilde E La Sua Ricchezza

viaggiare in solitaria

📸 Matilde

“Ho fatto un viaggio di un mese in Brasile in tutta solitudine. Era la seconda volta che viaggiavo da sola; È stata una bella botta di adrenalina, non solo per tutti i sorrisi che incontri e tutte le meraviglie che vedi ma anche perché era solo il mio secondo volo. Per viaggiare da soli bisogna avere il coraggio di stare con noi stessi, siamo i nostri giudici più severi. Impari a gestirti, a bastarti, a scoprirti… Scoprirsi è forse l’avventura più bella insieme al viaggio stesso. Ho visto tante realtà difficili che ti fanno capire che non andrebbe dato niente per scontato.
Chi ama viaggiare si arricchisce ogni volta…e chi viaggia da solo avrà sempre una marcia in più!”

Giorgia On The Road

viaggiare in solitaria

📸: @chiaradevescovi

“Nel 2005 avevo 19 anni e da San Francisco decisi di prendere un pullman diretto a Los Angeles per poi proseguire fino a San Diego..da sola. La notte in pullman fu lunghissima….non scesi mai per paura che ripartisse senza di me con lo zaino a bordo (cosa che l’autista fece con qualcuno). Arrivai alle 6:30 alla stazione dei pullman in un quartiere messicano pieno di lavoratori che aspettavano alle fermate dei bus. Non era nè il momento per dormire nè tantomeno per fermarsi al bagno… spesi gran parte di quello che avevo per un taxi che mi portó a Santa Monica dove avevo prenotato un ostello… dalla finestra si vedeva la spiaggia con l’oceano, mi sentii davvero soddisfatta della mia ‘impresa’, fu una sensazione indimenticabile.” 

Miriam E Il Suo Posto Del Cuore

viaggiare in solitaria

📸 Miriam

“Ucraina, scorsa estate, sono partita quasi last minute con un’associazione culturale. Sapevo che sarei stata l’unica italiana tra ragazzi di altre nazioni e la cultura dell’est Europa ed ero super carica e pronta a tanti scambi interculturali!! Ho conosciuto amici dalla Cina, Egitto, Turchia, Germania, Marocco e naturalmente Ucraina ma soprattutto ho VISSUTO per 46 giorni una vita diversa, essendo partita con la salda convinzione che fare un viaggio così, da sola, sarebbe stata l’occasione per fare un lavoro su me stessa. Ho annotato giorno per giorno ciò che sentivo, le avventure che vivevo e le continue scoperte di una cultura post-sovietica vicina e lontana alla nostra. Ho fatto il viaggio subito dopo il primo anno di università, incoraggiata molto da gli studi fatti sul significato del “Luogo” in relazione all’ “Io” e alla magia del viaggio.
Mai avrei potuto immaginare quanto questo viaggio avrebbe cambiato la mia vita e le mie priorità, riempendomela in un modo unico! L’Ucraina ha lasciato un segno importante dentro di me.”

La Saudade di Giulia

viaggiare in solitaria

📸: @mandynod

“Del Brasile so che mi mancheranno il succo di maracujà e abacaxì e la tapioca con cocco, ma sicuramente non vorrò vedere riso e fagioli per almeno venti anni. Ho capito che per il popolo brasiliano l’ospitalità e il calore sono ciò che di più importante ci sia, e che quando attraversi la strada, se non ti hanno investito, oltre a ringraziare tutti i santi, devi alzare il pollice come segno di riconoscenza. Ho bevuto litri di acqua di cocco, che non sa di niente, ma è piena di sali minerali e fa bene; ho ballato forró e samba con Ilaria e Giacomo, bravi non bravissimi, punterei sempre sulla simpatia. Ho capito come la corruzione politica possa limitare una nazione piena di potenzialità, e che poter camminare per la propria città senza la paura asfissiante di essere assaltati è una fortuna immensa, non poi così scontata.
Ho toccato un cuore con le mie mani e l’ho visto battere dal vivo. Ho visto che c’è vita anche senza caffè espresso, anelletti al forno e crema di pistacchio ma.. non la mia. Ho visto un popolo innamorato della sua terra, di ogni frutto e tubero che produce; ho visto i brasiliani scambiarsi uno ” cheiro ” per respirare e sentire l’odore delle persone che amano. Ho visto Rio de Janeiro, magica, dove difficilmente puoi incontrare qualcuno che non ti sorrida o non sia felice di parlare con te. Ho visto un popolo meraviglioso che ama ballare, correre e cantare. Mai rifiutare un invito, mai scartare a priori quello che non conosci, mai mancare di cortesia e mai trattenersi più del necessario. Tenete la mente bene aperta, fatevi succhiare dall’esperienza vissuta e, se fa male, ne è valsa comunque la pena. Il paradiso non è dove vai, lo trovi dentro, quando senti per un momento di far parte di qualcosa.”

Valentina Si Riscopre

viaggiare in solitaria

📸: Valentina

“Colombia per quattro mesi e alla fine ci sono rimasta per quasi un anno, viaggiando sola. Ho riscoperto la bellezza del gestirsi e imparare ad amarsi, io che da sola non entravo nemmeno in un bar a prendere un caffé! Famiglie che ti accolgono e amici con cui stringi un rapporto molto intenso perché di pochi giorni/settimane. L’unico rischio è che non si riesca a smettere!”

Lucia E Il Suo Primo Ostello

viaggiare in solitaria

📸: Lucia

“Mentre prenotavo il biglietto aereo pensavo “sarà un’esperienza magnifica”. Sono volata verso Amsterdam, la città dalle mille sfaccettature. Ho viaggiato da sola, con la certezza che non mi sarei sentita tale neanche per un minuto. Seduta in un bar, un’ora dopo il mio arrivo, avevo già conosciuto una ragazza Croata di 23 anni in giro per l’Europa. Ho alloggiato in ostello per la prima volta. Ogni giorno ho conosciuto, esplorato, vissuto, dormito e mangiato dove e quando mi andasse. È stata l’esperienza più intensa della mia vita fin’ora. C’è un mondo lì fuori che aspetta solo noi. Basta aprirsi ed aprire la mente.”

Ecco, vedete? Per fare un viaggio in solitaria ci vuole solo un briciolo di coraggio per partire e seguire il proprio cuore. La magia accade quando usciamo dalla nostra comfort zone e i vostri viaggi in solitaria saranno i ricordi più belli di sempre. Provare per credere!

Lasciate nei commenti le vostre storie, magari potrete aiutare qualcuno a vivere l’esperienza più bella della loro vita! ✨

Non siete ancora convinti? Leggete qui allora:

 

Share The World!
INSTAGRAM
EMAIL
Facebook
Facebook
GOOGLE
GOOGLE
/blog/viaggiare-in-solitaria/?lang=it
Youtube

Informazioni sull'autore

Giulia Salerno (Hostelworld)

I'm Giulia, Italian, and I'm an insatiable traveller obsessed with sunsets, photography, and marketing. Social Media & Content Executive and #HostelworldInsider at Hostelworld. 🌍 Favourite place on earth: Nubian Village - Aswan, Egypt 🏠 Favourite hostel: Bet El Kerem Hostel - Aswan, Egypt Follow my adventures on Instagram @giuliciu ✨

Lasciati Ispirare

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi necessari sono segnalati con * I campi obbligatori sono contrassegnati *

Applicazioni di Hostelworld per cellulare

Prenota dove vuoi e quando vuoi con le nuove app per dispositivi mobili di Hostelworld.

Download on App Store Download on Play Store

Cerca e prenota più di 33,000 strutture in più di 170 paesi, da qualsiasi luogo.